CARLO COTTARELLI E I SETTE PECCATI CAPITALI DELL’ECONOMIA ITALIANA

Carlo Cottarelli e Elisa Petroni

Il noto economista a Forlì presenta il suo ultimo libro

Carlo Cottarelli, figura di spicco nel panorama economico italiano, studioso e profondo conoscitore delle dinamiche legate a spesa e debito pubblico, sarà a Forlì giovedì 17 gennaio prossimo alle ore 18,30 nel Salone Comunale (Piazza Saffi) per presentare il suo ultimo libro “I sette peccati capitali dell’economia italiana” “(Ed.Feltrinelli, 2018).

Sarà l’occasione per dibattere, ancora una volta, su crisi e prospettive di crescita del nostro paese nella consapevolezza che conoscere e affrontare i problemi è già l’avvio per risolverli.

Ma quali sono questi sette peccati? Cottarelli li individua in: evasione fiscale, corruzione, eccesso di burocrazia, lentezza della giustizia, crollo demografico, divario tra nord e sud, difficoltà a convivere con l’euro. Come si comprende, sono questioni difficili e di ampio contenuto che investono tanti aspetti della vita, non solo economica, italiana e la cui risoluzione comporta livelli di analisi e soluzioni complesse e non univoche, delle quali occorre valutare attentamente le ricadute.

L’evento è organizzato da Officina Giuridica con il patrocinio del Comune di Forlì e della Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini. Interviene l’autore, introduce Giovanni Lauricella, Presidente di Officina Giuridica, modera Elisa Petroni, intervista Franco Chiarini.

Carlo Cottarelli

Laureato in Scienze Economiche e Bancarie presso l’Università di Siena, ha conseguito il Master in Economia presso la London School of Economics. Ha lavorato per alcuni anni nel Servizio Studi della Banca d’Italia e dell’ENI. Dal settembre 1988 lavora per il Fondo Monetario Internazionale occupandosi di economia per differenti Dipartimenti. Da ottobre 2013 a novembre 2014 viene nominato dal Governo italiano Commissario Straordinario per la Revisione della Spesa Pubblica; attualmente è direttore del nuovo Osservatorio Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica di Milano e Visiting Professor all’Università Bocconi. Il 28 maggio 2018 gli viene conferito incarico dal Presidente della Repubblica per la formazione di un governo tecnico provvisorio, incarico al quale pochi giorni dopo rinuncia essendosi nuovamente create le condizioni per la formazione di un governo politico, sotto la guida del prof. Giuseppe Conte.

Ha scritto diversi articoli e saggi su politiche e istituzioni fiscali e monetarie, inflazione e politica monetaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.